Riconoscimento crediti

Il riconoscimento dei crediti formativi è compito dei singoli consigli di classe, sulla base delle indicazioni ministeriali (D.M. 22 maggio 2007 n. 42 e D.M. 16 dicembre 2009, n. 99) e delle indicazioni deliberate dal Collegio Docenti: in generale si prendono in considerazione attività sportive a livello agonistico, culturali, di volontariato, corsi di lingue, progetti di alternanza scuola-lavoro.

Le attività organizzate e promosse dalla scuola contribuiscono a formare il credito scolastico degli alunni partecipanti.

Il Consiglio di classe procede all’attribuzione del credito scolastico ad ogni alunno, tenendo conto dei seguenti elementi:

  • la media dei voti, che permette di individuare la fascia di merito
  • assiduità nella presenza*
  • interesse e partecipazione alle attività didattiche, complementari ed integrative**
  • eventuali “crediti formativi”*** regolarmente documentati.

* tenuto conto che l’utenza viene anche da comuni limitrofi l’assiduità è stata considerata elemento premiante.
** la scuola è promotrice di molteplici iniziative e quindi l’assidua partecipazione ad una o più attività complementari elencate nel POF viene valutata positivamente.
*** anche per i Crediti Formativi sono stati individuati due livelli riservando al secondo l’eccellenza dei risultati o forme di volontariato particolarmente impegnativo.

Sono stati individuati però due livelli, con punteggi differenti, ritenendo che alcune attività più impegnative o che richiedono capacità specifiche debbano essere maggiormente valutate.

Tra i crediti formativi sono ritenute valide:

  1. Attività socio assistenziali.
  2. Attività didattica-culturali esterne alla scuola e comunque coerenti con l’attività didattica
  3. Certificazioni nelle lingue straniere e nelle competenze informatiche
  4. Esperienze di lavoro coerenti con il corso di studi (stages certificati dalle ditte e o dagli enti)
  5. Stages organizzati dall’Istituto e certificati dagli enti/ditte esteri

 

TABELLA RICONOSCIMENTO CREDITI

 

MEDIAClassi III e IVClassi V
6.03.0Max 44.0Max 5
6.014.0Max 55.0Max 6
6.404.4Max 55,4Max 6
6.804.8Max 55.8Max 6
7.015.0Max 66.0Max 7
7.405.4Max 66.4Max 7
7.805.8Max 66.8Max 7
8.016.0Max 77.0Max 8
8.406.4Max 77.5Max 8
8.806.8Max 78.0Max 8
9.017.0Max 88.0Max 9
9.407.4Max 88.4Max 9
9.807.8Max 88.8Max 9

Secondo quanto previsto dal D.M. 42 del 2007, all’alunno che è stato promosso alla penultima classe o all’ultima classe del corso di studi con un debito formativo, va attribuito il punteggio minimo previsto nella relativa banda di oscillazione della tabella. In caso di accertato superamento del debito formativo riscontrato, il consiglio di classe può integrare in sede di scrutinio finale dell’anno scolastico successivo il punteggio minimo assegnato, nei limiti previsti dalla banda di oscillazione cui appartiene tale punteggio.