Progetti

Seleziona l’area di tuo interesse

Inglese

PLAY IT AGAIN SAM!:
Il progetto “Play it again, Sam!” ha l’obiettivo di lavorare in piccoli gruppi su scene tratte da film in lingua, cercando di riprodurre fedelmente la pronuncia e l’intonazione degli attori originali. Alla fine dell’anno scolastico tutte le scene saranno montate in uno spettacolo teatrale che verrà eseguito davanti a un pubblico di compagni, amici e parenti, unitamente al Teatro in Lingue.
Sito web del progetto

Link al sito del progetto:


Francese

Il francese alla scuola primaria: et voilà! Il progetto consiste nel realizzare atelier ludici in lingua francese nelle scuole elementari, animati da studenti del 4° anno di scuola superiore, che hanno precedentemente ricevuto una formazione di 10 ore da parte dell’Alliance Française di Genova.

Gli allievi tutor selezionati seguiranno una formazione di 10 ore con un docente dell’Alliance Française, specializzato nell’insegnamento precoce del francese. Durante la formazione, saranno proposti agli studenti gli strumenti, il materiale e le linee guida per poter essere autonomi durante lo svolgimento dello stage.

Per lo svolgimento dello stage, gli studenti tutor si recheranno autonomamente presso la Scuola elementare designata (da anni la collaborazione è con l’Istituto Comprensivo Castelletto) , dove dovrà essere comunque garantita in classe la presenza di almeno un docente. Le lezioni si svolgeranno nelle ore curriculari (pomeriggio).

Le finalità del progetto sono:
– Stimolare l’interesse degli allievi verso la Lingua e la Civiltà Francese, la Francia e la cultura francofona.
– Creare interesse verso lo studio e l’apprendimento di una 2° lingua straniera.
– Ampliare il processo e i luoghi dell’apprendimento, a sostegno dell’orientamento alle scelte future e alla motivazione allo studio.

Gli obiettivi del progetto sono:
– Sensibilizzare i bambini all’apprendimento della lingua attraverso attività ludiche.
– Offrire ai bambini delle scuole elementari la possibilità di interagire in lingua con gli studenti degli Istituti superiori (es: salutare, presentarsi , domandare e dire il proprio nome, realizzare un gioco o una semplice animazione ).
– Valorizzare, motivare e orientare gli studenti tutor, sviluppare le loro competenze nell’interagire con i giovani allievi,trasmettere ed esercitare in un contesto attivo le conoscenze e le abilità linguistiche acquisite.

La partecipazione delle scuole è a titolo gratuito. L’attività didattica svolta dagli allievi tutor dell’Istituto Superiore non costituisce rapporto di lavoro bensì è intesa come attività di formazione finalizzata al raggiungimento degli obiettivi curricolari fissati dal Consiglio di Classe.


Tedesco

In aggiornamento


Spagnolo

Progetto di tutoraggio linguistico presso la Facoltà di Scienze Politiche Collaborazione fra il Liceo linguistico Internazionale G.Deledda e il DISPO (Dipartimento di Scienze Politiche, Università degli Studi di Genova), che prevede un percorso individualizzato di orientamento alla scelta riservato a studenti del Vº anno di scuola media superiore e attività guidata di tutoraggio linguistico di Lingua spagnola impartito nei corsi di studio in SID, SPA, SID II e APP (DISPO, Università degli Studi di Genova).


Russo

Il 19 febbraio 2015 è stato sottoscritto un nuovo ACCORDO DI RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA – RUSSIA.

Il Liceo Linguistico Internazionale “Grazia Deledda”, nella persona del Direttore della Fondazione F.U.L.G.I.S. , prof. Bernardo Gabriele, è una delle cinque scuole italiane, designate a coordinare la Rete. L’Accordo ha lo scopo di consolidare i rapporti fra scuole italiane e scuole della Federazione Russa per promuovere la conoscenza della lingua e della cultura italiana in Russia e della lingua e della cultura russa in Italia, così come esplicitato negli Accordi culturali governativi sottoscritti tra la Repubblica Italiana e la Repubblica della Federazione Russa

Pdf Ratifica Accordo fra Italia e Russia 2003

CONCORSO “CHE SIA…POESIA”

L’Ufficio Istruzione del Consolato Generale d’Italia a Mosca, nell’ambito del progetto PRIA, programma di diffusione della lingua italiana in Russia, coordinato dal Dirigente scolastico Prof. Giuseppe Lo Porto, ha indetto nell’anno scolastico 2015-2016 il Concorso “CHE SIA…POESIA”.

Al concorso hanno partecipato scuole italiane e scuole russe, alle quali è stata assegnata una poesia da recitare e commentare in un video, prodotto in lingua russa dagli studenti italiani ed in lingua italiana dagli studenti russi.

Hanno recitato e commentato la poesia “Vychožu odin ja na dorogu” di M.Ju. Lermontov , sotto la guida delle insegnanti C. Bonichi e S. Cochetti, gli studenti del Deledda: MARTINA BALDUCCI FABRIZIO LAURIA ALICE RATTO della classe III D e ALICE BAGORDA GIULIO DERCHI della classe IV D classificatisi al quinto posto in Italia.

Guarda il video realizzato dagli studenti

Olimpiadi della lingua russa a Mosca

Fin dagli anni ’80 gli studenti del Liceo partecipano alle Olimpiadi della lingua russa, competizione internazionale promossa dall’Istituto Statale Pushkin in collaborazione con l’Associazione Internazionale di lingua e letteratura russa Mapryal. La gara finale si svolge a Mosca, dove gli studenti della squadra italiana sostengono prove scritte e orali di lingua e cultura russa, contenti dell’opportunità di conoscere coetanei provenienti da tutti i Paesi del mondo e soggiornare una settimana nella capitale russa. Le medaglie d’argento e d’oro conquistate negli anni dai ragazzi del Deledda sono un punto d’orgoglio della sezione di lingua russa.

Vedi articolo

In memoria di Marina Cvetaeva

La famosa poetessa russa Marina Cvetaeva, che Josif Brodskij – premio Nobel per la letteratura nel 1987 – ha definito “il più grande poeta del XX secolo”, ha soggiornato a Nervi con la sua famiglia nel 1902 presso l’allora Pension Russe, oggi il civico 31 della Via Aurelia. Dal 2010 al 2015 i ragazzi della sezione di russo, preparati dalle loro insegnanti e sotto la guida della prof.ssaAugusta Dokukina Böbel, della dott.ssa Caterina Maria Fiannacca, dell’attore Marco Di Giorgio, ex allievo del Deledda, in collaborazione con la biblioteca “Virgilio Brocchi” di Nervi e con il Teatro Lunaria di Genova, diventano veri e propri attori in spettacoli aperti al pubblico genovese. Interpretano brani in prosa, rievocando episodi di vita a Nervi della famiglia Cvetaev, e recitando in italiano e in russo i versi della poetessa. Ricordiamo fra gli altri lo spettacolo “Essere donna. Tributo a Marina Cvetaeva” replicato nell’ambito del Festival dell’Eccellenza al Femminile nel 2013 e “A Nervi andremo domani, la pensione dove staremo si chiama Pension Russe”, realizzato nel 2015.

Vedi eccellenzalfemminile.it

Vedi il Secolo XIX

Progetto MIUR

Il Liceo linguistico Deledda ed altre cinque delle scuole che fanno parte della rete nazionale di Istituzioni scolastiche Italia-Russia, l’I.T.G. “Quarenghi” di Bergamo, l’I.I.S. “Astolfo Lunardi” di Brescia – il Convitto Nazionale “D. Cotugno”dell’Aquila, assieme all’ I.S.S.S. “O. Colecchi” e all’.I.S. “Leonardo da Vinci” dell’Aquila, partecipano al Progetto biennale di gemellaggio telematico fra un gruppo di istituti scolastici italiani selezionati dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e altrettante scuole della Federazione Russa.

Obiettivo del progetto è lo svolgimento di un lavoro congiunto, anche attraverso l’impiego di moderne tecnologie, da parte di studenti e docenti delle scuole gemellate dei due Paesi su temi di interesse comune. L’iniziativa, promossa e coordinata dal Miur-Direzione Generale per gli Affari Internazionali, ha avuto l’avvio dalla fine del 2008 ed é in corso di svolgimento.

Attraverso gli scambi culturali, a distanza ed in presenza, di docenti e studenti, tende a favorire le relazioni e la conoscenza reciproche, l’incremento dell’interesse per la lingua e la cultura del Paese partner, la formazione di futuri specialisti nell’ambito dell’intermediazione linguistica.

Partecipano al progetto i seguenti istituti scolastici:

Denominazione Scuola ItalianaDenominazione Scuola Russa Gemellata
Liceo Ginnasio "Luigi Galvani" - BolognaGinnasio n. 25 - Irkutsk
I.I.S.S. "Astolfo Lunardi" - BresciaLiceo Accademico Universitario - Omsk
I.T.C.G. "Giuseppe Marchetti" - Gemona del FriuliGinnasio n. 69 - Krasnodar
I.T.C.G. "Guglielmo Marconi" - PenneScuola n. 2030 - Mosca
I.T.I.S. "Guglielmo Marconi" - CataniaLiceo per la matematica e la fisica n. 239 - San Pietroburgo
I.T.I. "Antonio Pacinotti" - TarantoScuola n. 1409 - Moska
Liceo Linguistico "G. Deledda" - GenovaScuola n. 328 - San Pietroburgo - Liceo Umanistico Samara
I.C. "Giovanni Padalino" - FanoScuola 179 - Mosca
Ist. Comprensivo "G. Deledda" - IlbonoScuola n. 1240 - Mosca
I.T.C.G. "Quarenghi" - BergamoCollegio "Leonardo" - Ekaterinenburg
Convitto Nazionale "D. Cotugno" - L'AquilaScuola n. 4 "J. Cousteau" - San Pietroburgo

Cinese

Il Liceo “Grazia Deledda” è gemellato con la scuola Yangsong del distretto di Huairou (Pechino), è sede d’esame dell’HSK (certificazione della lingua cinese) ed è sede dell’Aula Confucio, affiliata all’Istituto Confucio di Torino.

In quanto tale organizza corsi ed attività aperti alla cittadinanza e volti alla diffusione della lingua e della cultura cinesi. Dal 2011 i ragazzi del Liceo partecipano al concorso Chinese Bridge per le scuole superiori, vincendo le selezioni nazionali e classificandosi talvolta come spettatori e talvolta come concorrenti della finale internazionale che si tiene in Cina.

Il concorso fornisce agli allievi la possibilità di vivere un’eccezionale esperienza di scambio e confronto in un ambiente internazionale e di vincere borse di studio di un anno o sei mesi per proseguire gi studi in Cina. Ogni anno viene organizzato un viaggio-studio di dieci giorni in Cina per gli alunni della classe terza.

Tutti gli anni viene assegnato agli studenti un cospicuo numero di borse di studio elargite dal governo cinese per un soggiorno estivo in Cina di due settimane.

CLASSE CONFUCIO
In quanto sede della Classe Confucio affiliata all’Istituto Confucio di Torino, il Liceo organizza corsi di lingua, iniziative ed attività culturali volti alla diffusione della lingua e della cultura cinesi. Ogni anno elargisce inoltre un cospicuo numero di borse di studio per un soggiorno estivo in Cina di due settimane.

CONCORSO “CHINESE BRIDGE”
Dal 2011 i ragazzi del Liceo partecipano al concorso “Chinese Bridge” per le scuole superiori,
vincendo le selezioni nazionali e classificandosi talvolta come spettatori e talvolta come concorrenti della finale internazionale che si tiene in Cina.

Il “Chinese Bridge Competition” è una competizione interna zionale che premia le competenze e le abilità di studenti di lingua e cultura cinese. Il “Chinese Bridge” offre agli studenti di tutto il mondo la possibilità di vivere un’eccezionale esperienza di scambio e confronto in un ambiente
internazionale e di vincere borse di studio di un anno o sei mesi per proseguire gi studi in Cina.

La gara prevede tre fasi. La prima selezione avviene presso l’Istituto Confucio di Torino. Coloro che vengono selezionati in questa fase partecipano alla semi-finale italiana. Chi vince la semi-finale è infine invitato a partecipare alla finale in Cina, con l’opportunità di competere per aggiudicarsi i premi mondiali e le borse di studio di un anno o sei mesi per proseguire gli studi in Cina.

Le spese di viaggio per gli studenti selezionati per partecipare alle prime due fasi sono a carico
dell’Istituto Confucio di Torino, mentre il viaggio in Cina per i vincitori della semi-finale è spesato da Hanban (National Office for Teaching Chinese as a Foreign Language).


Arabo

Laboratori di scrittura e lettura in lingua araba

Finalità e obiettivi
Il fenomeno migratorio e la comparsa nelle classi di neoautoctoni,portatori di nuovi elementi culturali ed identitari, tra cui una lingua madre estranea e non sempre vicina alla lingua italiana, hanno profondamente cambiato lo scenario scolastico e societario odierno. Spesso si discute su come questi “nuovi profili” societari possano essere “integrati”, pensando ad essi come pezzi di un mosaico che fatica ad incastrarsi con gli altri elementi di un modello precostituito. Nella stessa maniera in cui è cresciuta l’esigenza di fare scoprire ai bambini la propria lingua madre, al fine di prevenire una crisi identitaria e la perdita di competenze, attraverso la riscoperta delle loro appartenenze, si è delineata anche la necessità di rendere bene comune il plurilinguismo che connota oggigiorno le scuole italiane. La scuola è un fondamentale luogo di socializzazione tra bambini, ma anche tra famiglie, e rappresenta un laboratorio permanente di nuove forme di convivenza: dalla scuola al territorio e viceversa il passaggio di opportunità di promozione culturale è continuo e il plurilinguismo rappresenta un’opportunità per tutto il contesto territoriale e per le città complessivamente. A partire da questi presupposti, il progetto di alternanza scuola lavoro, mette a disposizione le capacità acquisite degli alunni del Liceo Deledda……… e si rivolge alle classi……., cercando di evidenziare le pluralità sia interne al gruppo, sia soggettive, le quali saranno valorizzate al fine di rendere i soggetti, nello specifico i bambini, consapevoli della ricchezze di tale strumento di cui dispongono. Si offrirà pertanto l’occasione a tutti gli alunni, indipendentemente dalle loro competenze linguistiche, di esplorare paesaggi sonori altri da quello italofono. Questo tipo di processo verrà messo in atto attraverso un laboratorio dedicato alla promozione della cultura linguistica di alcuni idiomi specifici, affinchè si incentivi ne bambini e ragazzi la curiosità di scoprire e apprendere lingue considerate “lontane”. I laboratori saranno pensati e realizzati dagli alunni del Liceo G. Deledda, che proporranno brevi letture in lingua, seguite da un lavoro grafico.

Gli obiettivi principali del laboratorio proposto sono:

  1. Promozione del plurilinguismo, stimolandola curiosità di bambini e adulti verso aspetti linguistico-culturali.
  2. Indirizzare gli alunni di cultura italiana al suono di una lingua altra, alla quale spesso si associano caratteristiche ghettizzanti e garantire le occasioni per familiarizzare con tali suoni.
  3. Incentivare le plurali competenze dei singoli bambini offrendo loro uno spazio di espressione e divertimento nel quale imparare a mettersi in gioco.
  4. Rafforzare il sentimento di appartenenza identitaria, attraverso la valorizzazione della lingua madre.

Destinatari:

  • Scuola dell’Infanzia
  • Scuola primaria
  • Scuola secondaria di primo grado

Durata degli incontri:

  • Scuola dell’Infanzia – 1 ora
  • Scuola primaria – 2 ore
  • Scuola secondaria di primo grado – 2 ore

Formazione alunni:

Agli alunni verranno dati indicazioni da parte dei docenti di lingua araba, con esperienza anche in mediazione culturale ed educativa, sui corretti approcci e metodologie per progettare e realizzare i laboratori interculturali di lingua.

Progetti dipartimento di lettere italiane A.S. 2016-17

La repressione nazi-fascista a Genova (in collaborazione col dip. di storia e filosofia)

Visita alla casa dello studente e partecipazione alla conferenza sulla repressione nazifascista a Genova e sulla Resistenza. Obiettivi: rendere gli studenti consapevoli della tragedia vissuta dagli oppositori al regime in quel periodo.

Classi: tutte le quinte
Date/periodo: gennaio oppure aprile
Costo: gratuito


Teatro del carcere. Archivolto (in collaborazione col dipartimento lingue)

Riduzione teatrale del racconto di Melville “Billy Bud”. L’idea metaforica della libertà e della navigazione-viaggio, come argomento interdisciplinare.

Classi: 4L – 5B – 5C – 5DE – 5L
Date/periodo: 18, 23 aprile, eventualmente alla sera
Costo: 7€


Father and son. Teatro Modena

Dialogo sul tema del rapporto tra genitori e figli. Con Michele Serra, Claudio Bisio, Gianna Schelotto. Evento speciale in diretta. Progetto nazionale di Repubblica. Gli allievi usciranno alla 2° ora. Spostamento in treno.

Classi: tutte le terze
Date/periodo: 2 dicembre 2016
Costo: 7€


Storia in piazza

Incontri mattutini c/o palazzo ducale sul tema “gli imperi”, pertinente al programma delle classi seconde (impero romano). Sono previsti 1 o 2 incontri per classe.

Classi: 2D – 2L – 2C – 2A
Date/periodo: –
Costo: gratuito


Lezioni drammatizzate (Marco Di Giorgio)

Lettura spettacolo interattiva di alcune opere do autori della letteratura italiana al fine di rendere gli studenti partecipi e protagonisti di un approccio innovativo agli autori e ai testi.

Classi: tutte le classi
Date/periodo: dal 9 gennaio 2017
Costo: gratuito


I promessi sposi siamo noi

Letteratura interattiva del testo, coordinata dal prof. Langella, docente di letteratura italiana presso l’Università cattolica di Milano. Obiettivi: rendere gli studenti protagonisti di un percorso originale che li stimoli alla lettura, all’ascolto e all’uso della tecnologia nell’approccio al romanzo.

Classi: 2BF – 2GR – 2L
Date/periodo: 14 o 15 marzo 2017
Costo: 8€


Corso di potenziamento di italiano per stranieri

Interventi mirati sugli allievi in base al livello della loro carenza linguistica.

Classi: tutte le classi
Date/periodo: tutto l’anno
Costo: gratuito


Il fenomeno storico/sociale delle mafie. In coll. Dipartimento storia/filosofia

In collaborazione con i rappresentanti di “Libera”. Visione del film “I cento passi” e dello spettacolo teatrale su Peppino Impastato. Obiettivi: rendere gli studenti consapevoli del fenomeno storico/sociale della mafia attraverso un approccio emotivamente coinvolgente ed efficace.

Classi: 4BF – 4C – 4D – 4GR
Date/periodo: 9 maggio 2017
Costo: 8€

RELAZIONE GRUPPO SPORTIVO DI ATLETICA 2015/2016

L’attività del gruppo sportivo di atletica è iniziata come tutti gli anni con la fase di reclutamento, da sempre utilizziamo la giornata dello sport per formare il gruppo atletica.

Il giorno 20 Ottobre abbiamo svolto la fase di istituto di atletica alla quale hanno partecipato 120 alunni del triennio. Formato il gruppo è iniziata la fase di allenamento che si svolgeva con cadenza bisettimanale il Lunedì e il Venerdì presso il campo sportivo di Corso Montegrappa. Come da regolamento 4 atlete per la squadra ai provinciale di corsa campestre, che si è svolta ad Arenzano il 28 Gennaio Deledda terzo classificato, ammesso alla fase regionale svoltasi ad Imperia il 28 Febbraio.

Fase provinciale di atletica pista 21 Aprile Villa Gentile, coperte tutte le 9 gare con 16 atlete. Deledda, primo classificato, accede alla fase Regionale con il migliore punteggio.


RELAZIONE GRUPPO SPORTIVO 2015/2016

L’attività del gruppo sportivo è iniziata come tutti gli anni con la Giornata dello Sport Ottobre. Il settore rivolto alla Creatività ha realizzato diversi progetti.

Il lavoro eccellente degli allievi ha dato ottima visibilità al Liceo Deledda, anche livello nazionale ha reso possibile collaborazioni con Istituzioni Enti.

NOVEMBRE

Seminario Nazionale CLIL in collaborazione con MIUR-CONI-CAPDI

DICEMBRE

16/12 GinnasticArte evento regionale di danza, musica movimento, organizzato dal CSS del Liceo Deledda in collaborazione con MIUR, CONI, Federazione danza sportiva.

FEBBRAIO

13/02 We are FULGIS – Palazzo ducale.

APRILE

27/03 Campionati studenteschi Danza Sportiva

“Storia in piazza”

La partecipazione a tale progetto significa coinvolgere gli studenti in attività di laboratorio e farli assistere a conferenze su temi storici visti in una prospettiva attuale, mettendoli direttamente in contatto con esperti che lavorano e studiano sulla storia e sulle varie discipline accessorie spesso poco note.

“Cineforum”

Nel corso delle lezioni verrà affrontato il concetto di genere cinematografico, inteso come insieme di convenzioni narrative e stilistiche che strutturano alcune categorie di film, la loro produzione e le loro ricadute ideologiche nel pubblico. Saranno presi in considerazione i principali generi analizzandone le trasformazioni nel corso della storia del cinema. In particolare quest’anno saranno visionati film appartenenti a quattro generi: commedia, noir, horror, fantascienza. Per ogni genere affrontato verrà fatto un incontro introduttivo con la visione di alcune sequenze dei film più significativi, mentre negli incontri successivi verranno presentati due film.

“Storia nei vicoli e non solo”

Il progetto si propone di presentare un’attività di studio sulle linee fondamentali di storia e di storia dell’arte nel comune di Genova a partire dal suo periodo di massimo splendore (sec. XII-XIV) fino ad arrivare alle ridefinizioni urbanistiche fra XVIII e XIX secolo e alle riqualificazioni urbane contemporanee. Alle lezioni in classe si affiancano visite guidate dagli insegnanti in modo che gli studenti vedano e capiscano quanto studiato nei percorsi che verranno effettuati nel centro storico e in zone significative della città.

Le classi quarte hanno partecipato al Festival della Scienza. In particolare sono stati visitati i seguenti laboratori didattici.

Segni di luce: vedere la luce per trovare l’invisibile (laboratorio) Presso Museo S. Agostino, Piazza Sarzano

Il terremoto in … segni. Dal terremoto di Amatrice e cultura della prevenzione (mostra interattiva) presso Chiesa di S. Agostino, Piazza Negri

Farmaco Resistencia! Batteri contro antibiotici (laboratorio) presso Museo di Storia Naturale Giacomo Doria, Via Brigata Liguria, 9

Pubblici segreti: un viaggio tra privacy e crittografia (mostra interattiva) presso Museo di Storia Naturale Giacomo Doria, Via Brigata Liguria, 9

Ricerca sul campo: impronta della filiera agro-alimentare più leggera con la ricerca (mostra interattiva) presso Palazzo Ducale, sala Munizioniere

Fossili urbani: riflessioni semiserie sulla fossilizzazione (mostra fotografica) presso Museo di Storia Naturale Giacomo Doria, Via Brigata Liguria, 9

Il giorno 17 novembre p.v. la classe 2L parteciperà alla cerimonia della sottoscrizione della Carta di partenariato del Santuario dei Cetacei “Pelagos” presso l’auditorium dell’Acquario di Genova. Alla cerimonia parteciperanno i Comuni della fascia costiera del territorio della Città Metropolitana di Genova e altri comuni liguri e toscani.

Anche quest’anno è stato attivato il progetto educativo “Recuperiamoli non Rifiutiamoli” finalizzato alla sensibilizzazione del riciclo di carta e plastica. Al progetto partecipano tutte le classi della scuola.

IRC Religione

Qualunque popolo del mondo porta con sé un pensiero religioso che spesso non soltanto condiziona il modo di vestire e di cucinare, ma anche le scelte di vita più importanti delle persone e dei governi.
Lo vediamo molto bene nella società globalizzata dove i popoli si intrecciano molto più che in passato.

L’IRC a questo punto diventa un’importante opportunità per gli studenti , perché possano integrare e approfondire la conoscenza e lo studio di nuove culture delle quali in questo Liceo si accingono a studiare la lingua di appartenenza.
Il ciclo quinquennale si apre con lo studio dell’Ebraismo , religione madre delle due grandi religioni monoteiste, il Cristianesimo e l’Islam, (che tratteremo nel secondo anno).

E’ prevista la visita alla Sinagoga di Genova nel periodo in cui viene allestita l’interessante mostra sulla Shoah, ogni anno affrontata secondo tematiche diverse.
All’approfondimento del Cristianesimo , importante radice della nostra Cultura, segue la conoscenza e lo studio di altre religioni delle quali verranno invitati dei rappresentanti affinché possano esporre direttamente il loro credo di appartenenza.; il monaco buddhista Tashin, l’ Ing. Hussein. Alcuni rappresentanti della religione Baha’i…

Il loro confronto con la religione Cattolica vuole mettere in evidenza non tanto ciò che li differenzia quanto e soprattutto ciò che li accomuna perché solo così si può promuovere il dialogo interreligioso.
Non mancano i percorsi interdisciplinari con la Storia, Storia dell’Atre , Filosofia.
L’educazione alla tolleranza inizia dalla conoscenza e l’IRC fa parte integrante di questo percorso educativo di crescita personale che non può prescindere dalla dimensione religiosa.

GeMun

Visita al sito Gemun.it

Progetto Comenius

Il Liceo Deledda partecipa al progetto europeo Comenius “Gli adolescenti messaggeri della pace” con due classi: la 3 B e la classe di 30 studenti del terzo anno che studiano francese come terza lingua nelle diverse sezioni, coinvolgendo così ragazzi provenienti da cinque diverse sezioni (A, B, C, DE, L).

Si tratta di un partenariato scolastico multilaterale con un istituto tedesco e uno turco, organizzato nell’ambito del programma europeo di apprendimento permanente. Il progetto ha come obiettivi l’abbattimento di ostacoli alla pace quali pregiudizi e stereotipi, la disponibilità ad accogliere la comunicazione non violenta come modo di essere e come alternativa costruttiva per la gestione dei conflitti, la promozione della capacità di costruire un avvenire comune, oltre allo sviluppo delle competenze comunicative (nelle lingue inglese, francese e tedesco) e interculturali degli allievi.

Il calendario delle attività prevede moduli interdisciplinari svolti nelle rispettive scuole alternati a scambi (mobilità) nei diversi paesi, durante i quali gli studenti provenienti dai tre istituti (Evangelisches Schulzentrum Michelbach – Germania, Ilgaz Sehit Nizamettin Yaman Anadolu Lisesi Ilgaz/Cankiri – Turchia, Liceo Linguistico Internazionale Grazia Deledda) si incontrano per condividere il lavoro svolto e collaborare alla creazione di prodotti di varia natura (canzoni, brevi scene recitate, modelli, poster, poesie, coreografie, ecc.), oltre che per condividere esperienze di vita quotidiana e momenti di svago.

Gli insegnanti e i presidi delle tre scuole collaborano per discutere e organizzare le attività in preparazione allo scambio successivo con il compito di sperimentare moduli didattici che possano essere diffusi e ripetibili.

Progetto Inner Peace Bruxelles

Per maggiori informazioni consultare il PDF

Teatro in lingua

TEATRO IN LINGUE Il Teatro in LinguE nasce nel 2003 al Liceo Linguistico Internazionale Grazia Deledda in occasione della Festa delle Lingue, celebrata in tutta Europa a inizio maggio.

La docente di Lingua e Civiltà Tedesca, Antonella Torresin, con la collaborazione di alcuni suoi alunni, ebbe l’idea di portare in scena una fiaba – nella fattispecie Cenerentola – assegnando le parti ad alcuni studenti di diversa provenienza linguistica e culturale presenti all’interno dell’utenza scolastica, che avrebbero parlato ciascuno nel proprio idioma.

Ilrisultato fu una messa in scena di 6 minuti con 8 parti e appena 4 lingue, in una piccola aula del liceo davanti a poco più di una dozzina di persone. In realtà l’esperimento era molto interessante: si trattava di celebrare la diversità linguistica e culturale di questi studenti e traslarla in uno spettacolo multilingue, con costumi rudimentali e sketch comici e parodistici.

In realtà, il lavoro che c’era dietro quei sei minuti era durato diversi mesi con tutte le difficoltà del caso: in primis, il contesto scolastico, fatto di ragazzi affaccendati in mille altre impegni scolastici e non, e raggruppati non in base a meriti artistici (il Teatro in LinguE non ha mai fatto provini) ma solo perché di madrelingua diversa dall’italiano; in secondo luogo, l’ostacolo alla comprensione, costituito dalle tante lingue parlate che, seppur celebrate, non vengono certamente comprese dal pubblico.

Per questo motivo si è cercato di ovviare a tale problema mediante diversi espedienti: la messa in scena di storie note, il ricorso a narratori o proiezioni ad esplicitare i passaggi dell’intreccio, ma anche jingle musicali e canzoni multilingui.

Questi elementi contribuiscono a rendere gli spettacoli delle farse dichiarate, perché l’intento del progetto non è certamente artistico: la priorità del Teatro in LinguE è quella di divertire. Divertire il pubblico, visto che da anni lo spettacolo costituisce la festa di fine anno del Liceo, ma soprattutto i ragazzi che ne fanno parte di volta in volta, con inevitabili cambi di generazione.

Un viavai di facce sempre nuove, quindi, che possano conoscersi a livello personale, in modo che la multiculturalità sia vissuta nel quotidiano, diventando un’esperienza di confronto vero e spontaneo, lavoro comune e scopo condiviso, con il solo obiettivo di esaltare la bellezza e l’arte intrinseca alle sonorità delle tantissime lingue.

Dal primo spettacolo, il numero di ragazzi è cresciuto notevolmente: da otto a più di trenta, per una quindicina di lingue, dall’ucraino e il tedesco al tagalog, mandarino, arabo, ma anche i diversi dialetti italiani, dal genovese al siciliano al piemontese passando per il romanesco. Allo stesso modo le pièces si sono evolute: dalle fiabe e i cartoni animati a opere di maggiore spessore letterario, pur sempre presentate in chiave comica.

Il copione, abbozzato dall’ormai ex studente Daniele Orlando, regista del progetto dal primo spettacolo, è un work in progress che prende forma grazie al coinvolgimento e ai suggerimenti dei ragazzi.Da alcuni anni, oltre allo spettacolo, il gruppo, denominato Cici Cast, ha iniziato a girare dei cortometraggi 3D, nei quali viene abbandonato il tono scanzonato per passare ad una lettura fedele del testo letterario con l’ausilio dei sottotitoli. In alcune occasioni, il Cici Cast ha avuto la possibilità di presentare i propri lavori anche al di fuori del Liceo Deledda: prima all’Istituto Goethe Zentrum-Genua, poi presso la scuola elementare Ferrero di Sampierdarena e al SUQ Festival.

E’ in atto da due anni una collaborazione con il Centro Scuole Nuove Culture del Comune di Genova che ha reso possibile presentare presso il Munizioniere di Palazzo Ducale una rassegna dei cortometraggi. Quest’anno si sono svolti inoltre dei laboratori nelle sedi stesse delle scuole , durante i quali i nostri studenti hanno presentato i loro cortometraggi e interagito con gli alunni con giochi e riprese. Ciò ha permesso di incontrare il pubblico di elezione, ossia i piccoli alunni stranieri che si immedesimavano nei personaggi che parlavano la loro lingua.

Quest’anno il CICiCast sta lavorando al cortometraggio Mary Poppins Il progetto è curato, come si è detto, da Antonella Torresin, affiancata dalla Responsabile Relazioni Esterne per F.U.L.G.I.S., Francesca Bavassano, e da alcuni ex studenti, come il regista Daniele Orlando, Marco Di Giorgio e Gloria Meles. Spettacoli del CiCiCast

  • 2003/04 Cenerentola
  • 2004/05 I Musicanti di Brema
  • 2005/06 Biancaneve e i sette Nani
  • 2006/07 Aladdin e la lampada magica… o quasi!
  • 2007/08 Hercules, il Muse-ical
  • 2008/09 La Sirenetta
  • 2009/10 La Bella e la Bestia
  • 2010/11 La Cicissea / Il Piccolo Principe (cortometraggio)
  • 2011/12 I Promessi Sposi / Alice nel Paese delle Meraviglie (cortometraggio)
  • 2012/13 Romeo e Giulietta / Il Mago di Oz (cortometraggio)
  • 2013/14 La Fabbrica di Cioccolato. Una Commedia / Peter Pan (cortometraggio)
  • 2014/2015 Macbeth goes to Hollywood / La Bella e la Bestia (cortometraggio)

Guarda il trailer

E-TWINNING

Il Liceo Deledda da anni fa parte della rete di scuole collegate alla piattaforma/community E-TWINNING, nell’ ambito del Programma Erasmus+ 2014- 2020.
Per maggiori informazioni:

Rolli days

aprile e maggio 2016
Attività di volontariato (accoglienza, interpretariato)

Rosa cookies

ottobre 2015
Attività di volontariato (vendita biscotti) nella campagna di raccolta fondi promossa da LILT

Storie di una diversa giovinezza

marzo 2016
Piccoli gruppi di migranti hanno condiviso con gli studenti la oro esperienza, dando un volto e un nome a chi solitamente è visto come estraneo. Finalità del progetto, proposto da Fondazione Cultura Palazzo Ducale, Direzione Scolstica Regionale, Comunità di Sant’Egidio, Ufficio Diocesano  Migrantes, è riconsegnare alle giovani generazioni gli ideali su cui è nata l’Europa, basati sulla difesa dei diritti e sull’accoglienza, principi sanciti dal Trattato sull’Unione Europea.